ecco il nuovo battle royale free-to-play di Ubisoft

Xbox

Dopo le indiscrezioni delle ultime ore, Ubisoft ha annunciato ufficialmente Ghost Recon Frontline, uno sparatutto in prima persona incentrato sul PvP che sarà distribuito in formato free-to-play su PC e console. Con un supporto per oltre 100 giocatori, si tratta di una reinterpretazione del franchise di Ghost Recon (e dei battle royale) focalizzata sul completamento di particolari obiettivi, svelata dalla casa franco-canadese per celebrare il ventesimo anniversario della serie. I test pubblici inizieranno nelle prossime settimane, con la data di lancio completa ancora da svelare.

La modalità principale di Ghost Recon Frontline è intitolata Expedition e vede 102 giocatori divisi in squadre da tre soldati, intente a lottare per la supremazia di un’isola. Per vincere, una squadra deve trovare e rivendicare tre informazioni sensibili sparse nello scenario, che permetteranno loro di dirigersi verso una zona di estrazione e fuggire dalla mappa. Quando l’elicottero viene chiamato, però, gli altri giocatori riceveranno un avviso e hanno l’opportunità di attaccare la squadra che ha avviato l’estrazione, “rubando” il mezzo di trasporto e rivendicando la vittoria. Si tratta di un’idea a metà tra la Zona Nera di The Division e quanto visto in Hunt: Showdown, lo shooter realizzato da Crytek. Stando alle dichiarazioni di Ubisoft, questa non sarà l’unica tattica attuabile per avere la meglio sulle squadre rivali.

Oltre a disdegnare l’approccio tipico dei battle royale, Ghost Recon Frontline rinuncia anche all’idea ormai onnipresente di un cerchio che restringe lentamente la superficie calpestabile dell’isola. Avrete accesso alla totalità della mappa di 16 chilometri quadrati per tutta la durata della partita, con la mappa che sarà divisa in quattro diversi biomi e ospiterà venti punti di riferimento differenti.

Un sistema di classi per i personaggi permetterà di personalizzare l’approccio tattico alla battaglia. Finora ne sono state rivelate tre: lo Scout è progettato per combattere dalla lunga distanza e seguire i nemici in sicurezza, mentre la classe Assault è più adatta ai combattimenti a distanza ravvicinata. Il Support, da parte sua, può impostare una serie di difese come le torrette per sorprendere gli avversari. Ogni classe ha una speciale abilità attiva, due gadget e tre abilità passive: tali classi sono collegate a dei personaggi noti come ‘Contractor’ e completamente personalizzabili; si inizia con due, mentre gli altri potranno essere reclutati man mano che si continua a giocare. Ciò permette di creare un pool di Contractor che può essere adattato a specifici approcci tattici. È interessante notare che è possibile cambiare il Contractor durante la partita, dunque non sarete limitati a una singola classe (e a un singolo stile di gioco) per tutta la durata di un match.

Un’altra nuova idea proposta da Frontline è il TAC Support, che permette alle squadre di richiedere lanci aerei con rifornimenti “pagandoli” con i fondi ottenuti completando particolari obiettivi. Questo sistema include oggetti base come nuove armi, ma anche gadget progettati per rimodellare il campo di battaglia a proprio vantaggio, come barriere antiproiettile e persino un’intera torre di cecchinaggio.

Lo sviluppatore Ubisoft Bucharest ha lavorato su Ghost Recon Frontline per tre anni, e mira a fare del gioco una “suite multiplayer” caratterizzata da modalità multiple. La prima alternativa è Control, una modalità 9v9 in cui le squadre combattono per il dominio di un’area. Sebbene si tratti di una modalità di portata ridotta e più simile allo stile degli arena shooter, tutti gli strumenti tattici e i Contractor della modalità principale Expedition saranno disponibili per l’uso in questa modalità. Altre varianti di gioco sono in programma e saranno introdotte in ogni stagione.

Al momento in cui scriviamo, non c’è ancora una data di lancio concreta per Ghost Recon Frontline, dal momento che il gioco è ancora considerato in “fase di sviluppo iniziale”. Un test a circuito chiuso è previsto per l’Europa dal 14 al 21 ottobre, in esclusiva per PC: potete registrarvi sul sito ufficiale del gioco per avere una chance di partecipare alla sessione di prova. Ubisoft afferma che questo sarà il “primo” di una serie di test dedicati al battle royale, con sessioni per altre piattaforme che saranno annunciati in un secondo momento.

Ghost Recon Frontline uscirà su PC, PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X/S e Google Stadia. Si tratta del terzo gioco free-to-play di Tom Clancy che Ubisoft ha annunciato quest’anno dopo The Division: Heartland, spin-off del gioco di Ubisoft Massive, e XDefiant, sparatutto PvP in stile Call of Duty.

Post sorgente su IGN Italia