Crossplay forzato con il PC, i giocatori Xbox infastiditi dai cheater chiedono una soluzione

Xbox

Per molti anni si è parlato della possibilità di permettere il crossplay nei titoli multiplayer, consentendo quindi ai possessori di console di giocare online con gli utenti PC e viceversa. L’argomento è stato tema di accesi dibattiti, con molti favorevoli, ma ora sembra che le cose non stiano andando nel verso giusto.

Come illustrato in un articolo di The Verge, i giocatori Xbox iniziano ad averne le “scatole piene” di giocare con i colleghi PC e se ne sono lamentati con diversi post su Reddit e altri lidi. Il problema? I cheater. Una grana ben nota nel mondo del gaming PC che si riflette sui giocatori console in quei titoli che offrono il crossplay forzato come Call of Duty: Warzone (se ne era già parlato) e Halo Infinite.

Nell’articolo ci si concentra sulla politica di Microsoft non solo di permettere ma anche di imporre il crossplay, a fronte di una Sony da sempre refrattaria a tale opzione, più aperta in tal senso nell’ultimo periodo ma sulla cui piattaforma garantisce maggiori possibilità di disabilitare il crossplay a chi non lo desidera.

I giocatori di Warzone su Xbox si lamentano di questo crossplay forzato da più di un anno, con vari post sul forum e video su YouTube che evidenziano quanto sia irritante essere costretti al crossplay. La maggior parte dei problemi sono legati ai cheater PC, che hanno rovinato Warzone per anni prima che Activision aggiungesse finalmente un nuovo sistema anti-cheat in ottobre con un driver a livello di kernel per stanare i cheater PC”.

Adesso che il problema sta investendo Halo Infinite, la richiesta di rimuovere il crossplay forzato sta raccogliendo sempre più consensi. I giocatori dell’ultimo capitolo dello storico FPS si ritrovano a giocare con i PC gamer nella maggior parte delle playlist e anche nelle modalità classificate bisogna giocare da soli o in coppia per evitare il crossplay forzato. “Se vuoi formare una squadra di tre o quattro giocatori Xbox, sei costretto a giocare contro giocatori PC nelle modalità classificate Halo Infinite”, aggiunge The Verge.

E dire che nel 2016 Phil Spencer, boss di Xbox, si era espresso contro l’imposizione forzata del crossplay. “Nei nostri giochi non costringerò mai chi gioca con un controller o un mouse e una tastiera a giocare contro qualcuno con uno schema di controlli diverso. La velocità di rotazione di mouse e tastiera è superiore al controller. Lo sappiamo, verrai sconfitto”.

I giocatori Xbox vogliono semplicemente un’opzione per disattivare il crossplay, qualcosa che ha già implementato di sua sponte DICE in Battlefield 2042 e anche la stessa Microsoft in Sea of Thieves, seppur dopo diversi anni. Non è detto che non arrivi il “tasto magico” anche in Halo Infinite: 343 Industries, lo sviluppatore del gioco, ha dichiarato che sta lavorando sul problema dei cheat e pubblicherà una patch a metà febbraio, ma al momento non ne si conoscono i contenuti.

Post sorgente