Diablo Immortal pronto per l’alfa tecnica: nuovi dettagli sul free-to-play

Xbox

Annunciato due anni fa, Diablo Immortal è il primo spin-off mobile dell’iconica serie Blizzard. Il suo reveal fu accolto tiepidamente dal pubblico, in particolare dagli stessi fan di Diablo, che hanno criticato la natura portatile del titolo e il modello free-to-play.

Il developer è dunque intervenuto per parlarci dei progressi effettuati con Immortal, spendendo qualche parola sui contenuti accessibili gratuitamente e su quelli a pagamento. Si è inoltre parlato di un’alfa tecnica che verrà presto rilasciata per una ristretta cerchia di utenti.

Diablo Immortal: l’alfa tecnica sarà giocabile in Australia

Nel video rilasciato poche ore fa da Blizzard Entertainment, il capo progettista Wyatt Cheng ci aggiorna in merito alle ultime novità di Diablo Immortal e ne approfitta per chiarire alcuni punti fondamentali. In primis, Cheng conferma che il gioco è nelle sue fasi finali di sviluppo ed è ora pronto per il primo test pubblico, quello dell’alfa tecnica.


Prossimamente, un numero limitato di giocatori sarà in grado di scaricare l’app di Diablo Immortal tramite Google Play Store. Si parte dagli utenti residenti in Australia e da alcuni membri della community: tra questi, come spiegato sul blog di Blizzard, verranno selezionati i “giocatori che si sono pre-registrati per primi, se il loro dispositivo soddisferà i requisiti minimi”.

Quali sono questi requisiti? Eccoli, sia per Android che per iOS:

  • Requisiti minimi per Android
    CPU: Snapdragon 710 / Hisilicon Kirin 810 o superiore
    GPU: Adreno 616 / ARM Mali-G52 o superiore
    RAM: 2 GB di RAM
    Sistema operativo: Android 5.0 (Lollipop) o superiore
  • Requisiti minimi per Apple
    iPhone 8 o superiore
    Sistema operativo: iOS 12 o superiore

Gli utenti che accederanno all’alfa tecnica di Diablo Immortal potranno provare gran parte dei contenuti della campagna principale – e quattro delle sei classi previste (Barbaro, Monaco, Cacciatore di Demoni e Mago). Durante la fase di test la progressione verrà limitata al livello 45, ma sarà possibile sperimentare il sistema di Eccellenza realizzato per lo spin-off.

Il modello free-to-play: l’intera campagna sarà gratuita, e non solo

Blizzard ha colto tale opportunità per tornare a parlarci del sistema free-to-play di Diablo Immortal. Il publisher rassicura i fan per quanto concerne i contenuti accessibili gratuitamente:Tutta la storia, le classi e il tempo di gioco non saranno mai limitati. Anche tutti i contenuti futuri saranno gratuiti, comprese le storie aggiuntive, le nuove classi e le nuove zone”.

Lo ribadisce anche Wyatt Cheng, che afferma: “Vogliamo che i giocatori reputino che spendere denaro su Diablo Immortal sia facoltativo e non necessario per godersi il gioco”.

Dunque, quali saranno gli acquisti che passeranno per il sistema di in-app purchase? Come spiega lo stesso lead designer, ci sarà un Pass Battaglia a pagamento, così come i cosiddetti Emblemi: una volta consumati, questi oggetti attiveranno dei modificatori casuali per i Varchi Antichi – modalità PvE che catapulterà i giocatori in dungeon generati proceduralmente.

Al momento, come ribadisce Blizzard Entertainment, non abbiamo ancora una data di uscita per la versione finale di Diablo Immortal. Seguiremo i prossimi aggiornamenti, nella speranza di poter accedere a un’eventuale alfa (o beta) anche dall’Italia.

Post sorgente