Valve vuole assumere uno psicologo: contribuirà allo sviluppo di nuovi giochi

Xbox

Sembra che dopo il più recente, e acclamato, Half-Life: Alyx il team di Valve sia finalmente tornato a focalizzarsi sullo sviluppo di videogiochi.

Per poter dare continuità alle proprie IP – o per progettarne una inedita – la società guidata da Gabe Newell sta reclutando nuovi collaboratori, rivolgendo il proprio sguardo a figure alquanto insolite per quel che riguarda il mondo del game development.

Laureati in psicologia? Valve ha un’offerta per voi

Dal sito ufficiale di Valve Software scopriamo che la compagnia di Bellevue ha pubblicato un annuncio di lavoro per un ruolo molto specifico: Psychologist, Research/Experimental.

La descrizione fa riferimento alla creazione di “avvincenti esperienze gameplay” per i futuri titoli di Valve, ma si parla anche di Steam e della possibilità di sfruttare le conoscenze di questa figura – e, in particolare, quella del comportamento umano – per migliorare l’esperienza dei clienti. Chi soddisferà i requisiti dovrà inoltre “condurre analisi sul gameplay, sui dati finanziari e quelli della compagnia per individuare dei modelli di comportamento”.

Come se ciò non bastasse, Valve coinvolgerà il suo futuro psicologo nella progettazione di “nuove tecnologie hardware”, nel “miglioramento delle attuali metodologie di playtesting” e nello sviluppo di metodi innovativi “per rispondere a domande sui prodotti di Valve e sulle pratiche aziendali”.

Tornando ai requisiti, il candidato dovrà possedere una laurea in psicologia o in un campo correlato, così come un’avanzata conoscenza della disciplina statistica e una grande esperienza in ambito cognitivo e sociale. Il candidato perfetto, su richiesta di Valve, dovrà inoltre conoscere i principali linguaggi di programmazione (C++, Python, SQL e PHP).

Ricordiamo che l’ultimo gioco sviluppato da Valve Corporation è Half-Life: Alyx, il primo episodio della serie in oltre 12 anni e l’unico realizzato in esclusiva per le piattaforme VR.

Post sorgente