The Witcher 3, le mod degli appassionati per una versione next-gen da urlo?

Xbox

L’aggiornamento next-gen di The Witcher 3 arriverà nel corso dell’anno con tante novità, tra cui il supporto al ray tracing e tempi di caricamento più brevi. I miglioramenti previsti però non saranno, probabilmente, tutta farina del sacco di CD Projekt RED (CDPR). La software house sa infatti di avere un’operosa comunità e sono tante le mod migliorative partorite per il gioco del 2015 (The Witcher 3 moddato 50 volte: ecco come gira in 4K su GeForce RTX 3090).

Tra queste c’è il promettentissimo progetto The Witcher 3 HD Reworked, di cui si sta occupando Halk Hogan (da non confondersi con il vecchio wrestler anni ’80-’90). L’appassionato ha reso noto di essere stato contattato proprio da CD Projekt RED per collaborare, tanto che “è molto probabile che HDRP sarà inclusa nell’update next-gen ufficiale“.

CDPR ha successivamente confermato a Kotaku che “in aggiunta ai nostri sforzi di sviluppo sulla futura versione next-gen di The Witcher 3: Wild Hunt per Xbox Series X/S, PlayStation 5 e PC, stiamo anche parlando con i creatori di varie mod per la versione 2015 del gioco“.

La software house fa sapere di non aver ancora siglato un accordo vincolante con gli appassionati, quindi per ora siamo semplicemente allo stadio di chiacchiere. Di certo oltre alla gloria, al centro delle trattative ci sarà anche una qualche compensazione economica, e dopo i soldi fatti con Cyberpunk 2077 ci aspettiamo che CDPR non abbia il braccino corto.

Della versione next-gen di The Witcher 3 si sta occupando Saber Interactive, studio già coinvolto nel porting per Nintendo Switch con ottimi risultati. C’è quindi la speranza di vedere un bel lavoro, e se ci sarà anche lo zampino della comunità, tanto meglio. The Witcher continua a macinare record, con 30 milioni di copie vendute l’anno passato proprio da The Wild Hunt, per un totale di 50 milioni per l’intera serie.

Leggi anche: Accuse di bullismo, il game director di The Witcher 3 lascia

Post sorgente